Cala la cassa integrazione: -25,5% a gennaio (Inps)

Inviato da Redazione il Ven, 04/02/2011 - 11:29
La cassa integrazione allenta la morsa. Stando ai dati diffusi dall'Inps a gennaio le ore chieste e autorizzate sono passate da 80,9 a 60,3 milioni, registrando un ribasso a doppia cifra del 25,5% rispetto allo stesso mese del 2010. Si tratta di una flessione generalizzata per tutti e tre gli istituti: -14,6% di richieste di cassa integrazione ordinaria (cigo) rispetto a dicembre, -44,9% per la cassa integrazione straordinaria (cigs) e -16,8% per la cassa integrazione in deroga (cigd). "Un dato - precisa l'Inps - che conferma una tendenza alla diminuzione della richiesta di cig in atto dallo scorso di giugno". Numeri accolti positivamente dal ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi: "Questi dati confermano la ripresa della produzione, anche se selettiva, e con essa l'aumento delle ore lavorate che riporta al lavoro innanzitutto i dipendenti costretti alla riduzione del tempo di lavoro". "E' un segnale importante che viene dalle imprese italiane - commenta il presidente dell'Inps, Antonio Mastrapasqua - una indicazione forte, che conferma quella che da ormai sei mesi ci viene dal mercato: le aziende chiedono sempre meno cassa integrazione nel suo complesso. Mostra meno entusiasmo il leader della Cgil, Susanna Camusso: "Nonostante l'Istituto di previdenza sociale abbia registrato una flessione generalizzata della cassa integrazione il problema resta la disoccupazione, vero indicatore dell'andamento economico".
COMMENTA LA NOTIZIA