1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Cairo, dalla Star Conference una ventata d’ottimismo su raccolta e nuove iniziative

QUOTAZIONI Cairo Communication
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Un Urbano Cairo particolarmente brillante ha illuminato l’ultima giornata dalla Star Conference che si è chiusa oggi a Milano presentando prime, positive, valutazione sull’andamento dell’attività societaria nei due mesi del 2007 già trascorsi e anticipando future scelte strategiche.
Chiuso il 2006 con ricavi pubblicitari lordi complessivi dalle principali testate del gruppo per 54,7 milioni di euro (+16%), il focus della comunità finanziaria riunita a Piazza Affari si è concentrato sui dati sulla raccolta pubblicitaria di gennaio e febbraio. E non sono mancate le sorprese positive.
Per La7, di cui Cairo è concessionaria, il portafoglio ordini per la vendita di pubblicità era pari al 28 febbraio a 31,1 milioni, in aumento di quasi il 13,7%, con un incremento del 22,8% nel solo mese di marzo. Il presidente Cairo ha parlato di “risultati eccezionali”, rilevando che “siamo già saliti di quasi 14 punti percentuali come raccolta pubblicitaria su La7. Il mese di marzo mostra un’accelerazione e abbiamo tre settimane di tempo per fare meglio”. Si tratta di un trend sostenibile? “Il livello della crescita può progredire ulteriormente nel corso del 2007. Molte aziende stanno tornando a fare investimenti in esclusiva su La7”, ha risposto Uberto Fornara, managing director di Cairo Communication, anch’egli presente al road show milanese.
Urbano Cairo si è poi sbilanciato nel formulare una ricostruzione previsionale dell’Ebitda 2007: “Era stato di 16,6 milioni l’anno scorso, con 2,6 milioni di credito d’imposta per il contributo carta e poi c’era stato l’investimento per Diva e Donna pari a 7 milioni di euro”. Si arriverebbe dunque a un valore minimo di 21 milioni.
Cairo ha poi parlato del tema acquisizioni, sostanzialmente escludendole. “Fin qui abbiamo preferito crescere internamente e credo che continueremo a farlo. In molti casi ci sono dei prezzi elevati per aziende che non hanno questo valore”. Dichiarazione che ben si sposa con un’altra che lo stesso Cairo ha rilasciato a margine dell’incontro: “Stiamo valutando una nuova iniziativa editoriale a ottobre, potrebbe trattarsi di un mensile o di un settimanale inserito in una nicchia in cui non siamo ancora presenti”. Esclusa invece l’ipotesi del lancio un quotidiano. Decisa anche la risposta di Cairo alle domande circa un possibile interesse per Editori PerlaFinanza: “Non ci ho pensato”.