1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Buzzi svetta dopo i conti. Equita non crede nel rimbalzo, per Goldman è conviction sell

QUOTAZIONI Buzzi Unicem
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I conti preliminari 2010 di Buzzi Unicem hanno deluso gli analisti ma il titolo, dopo aver perso ieri l’1,50%, balza oggi in vetta al paniere principale con un +3% a 9,79 euro. Il fatturato del gruppo piemontese è stato lievemente migliore delle attese, attestandosi a 2,65 miliardi (consesus 2,62 miliardi), mentre l’Ebitda ha mancato le previsioni subendo una flessione del 23% a 400 milioni di euro. “Peggio della nostra stima di 420 milioni e inferiore a quanto lasciavano pensare le indicazioni qualitative del management”, scrive Equita nella nota odierna. Il debito netto di 1,26 miliardi è risultato invece perfettamente in linea con le attese.


Il calo dell’Ebitda è stato spiegato con 3 motivi: il meteo avverso che in dicembre ha fatto venire meno l’effetto volumi positivo dei primi due mesi del quarto trimestre; i problemi temporanei in Ucraina legati al passaggio dal gas al carbone; l’effetto prezzi peggiore delle attese in Italia. Gli ultimi tre mesi del 2010 hanno però confermato la ripresa dei volumi iniziata nel corso del terzo trimestre, soprattutto in Polonia (+7%), Ucraina (+11%) e Russia (+35%). Per quanto riguarda la guidance 2011 il management si è limitato a fornire un’indicazione qualitativa di Ebitda in crescita rispetto al 2010.
 
“Buzzi non ha fornito una guidance precisa sul 2011 – ha sottolineato Banca Akros . In uno scenario macro-economico veramente incerto, l’ultima parte dello scorso anno ha mostrato alcuni segnali di ripresa, che ci aspettiamo vengano confermati durante il 2011”. Akros ha confermato la raccomandazione hold su Buzzi con target price 9,70 euro, mentre i giudizi di Equita e Goldman Sachs sul titolo sono sicuramente meno teneri. La sim milanese ha tagliato le stime di Ebitda 2011 del 2% (da 482 a 471 milioni di euro) e di utile netto dell’8% (da 84 a 77 milioni).

“Confermiamo la nostra view (hold con prezzo obiettivo a 8,2 euro) – conclude il broker -. Il newsflow fondamentale non sostiene il recente rimbalzo del titolo e ci aspettiamo quindi un periodo di underperformance”. Dopo i risultati preliminari, Goldman Sachs ha confermato il titolo Buzzi nella sua Conviction sell list indicando un target price a 6,50 euro. “Buzzi ha iniziato il 2011 con un basso rapporto prezzi/utile per tonnellata rispetto alla media del 2010 – scrivono gli esperti della banca statunitense – e continuiamo a credere che il consesus 2011-2012 sui profitti sia troppo elevato”.