Buzzi svetta dopo i conti. Equita non crede nel rimbalzo, per Goldman è conviction sell -1-

Inviato da Alberto Bolis il Mer, 09/02/2011 - 10:58
Quotazione: BUZZI UNICEM
I conti preliminari 2010 di Buzzi Unicem hanno deluso gli analisti ma il titolo, dopo aver perso ieri l'1,50%, balza oggi in vetta al paniere principale con un +3% a 9,79 euro. Il fatturato del gruppo piemontese è stato lievemente migliore delle attese, attestandosi a 2,65 miliardi (consesus 2,62 miliardi), mentre l'Ebitda ha mancato le previsioni subendo una flessione del 23% a 400 milioni di euro. "Peggio della nostra stima di 420 milioni e inferiore a quanto lasciavano pensare le indicazioni qualitative del management", scrive Equita nella nota odierna. Il debito netto di 1,26 miliardi è risultato invece perfettamente in linea con le attese.

Il calo dell'Ebitda è stato spiegato con 3 motivi: il meteo avverso che in dicembre ha fatto venire meno l'effetto volumi positivo dei primi due mesi del quarto trimestre; i problemi temporanei in Ucraina legati al passaggio dal gas al carbone; l'effetto prezzi peggiore delle attese in Italia. Gli ultimi tre mesi del 2010 hanno però confermato la ripresa dei volumi iniziata nel corso del terzo trimestre, soprattutto in Polonia (+7%), Ucraina (+11%) e Russia (+35%). Per quanto riguarda la guidance 2011 il management si è limitato a fornire un'indicazione qualitativa di Ebitda in crescita rispetto al 2010.
COMMENTA LA NOTIZIA