Buzzi: la controllata Dyckerhoff svaluta attività per circa 39 milioni di euro

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 25/01/2013 - 09:00
Dyckerhoff, controllata tedesca di Buzzi Unicem, ha svalutato per circa 26 milioni di euro le attività fisse legate alla costruzione, iniziata nel 2009 e stoppata in seguito a causa della crisi economica che grava tuttora sul comparto immobiliare europeo, di un nuovo stabilimento produttivo in Russia. A spingere la società in questa direzione è stata l'incertezza sulla ripresa del progetto nel luogo inizialmente previsto. Se dunque fatturato e margine operativo lordo del gruppo Dyckerhoff nell'esercizio 2012 si attesteranno ai livelli del 2011, il risultato operativo, l'utile ante imposte e l'utile netto risulteranno inferiori a quelli del precedente esercizio. Sull'ultima voce del conto economico inciderà anche la svalutazione per un importo di circa 13 milioni di euro delle attività fiscali differite, il cui valore dovrà essere rettificato nello stato patrimoniale in base alla valutazione aggiornata dei risultati attesi in Germania. Trattandosi di operazioni di pulizia del bilancio, le svalutazioni apportate da Dyckerhoff rappresenteranno un costo senza manifestazione monetaria e pertanto non comporteranno alcuna modifica al flusso di cassa operativo e della posizione finanziaria netta attesi per l'esercizio 2012.
COMMENTA LA NOTIZIA