1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Busnelli: “Per l’S&P/Mib si ragiona su 35 mila punti a fine estate”

QUOTAZIONI Mondadori Edit
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Prendiamo atto di quel che è successo in borsa nel giorno dell’attentato a Londra, e ragioniamo su target nuovi per fine estate, più alti di quelli che stimavamo prima che il mercato facesse nuovi massimi dell’anno. E in questo senso i 35 mila punti S&P/Mib sono un livello da tenere ben presente nell’arco di tempo considerato”. Franco Busnelli, partner di Twice advice, non ha esitazioni nel parlare del momento attuale in Borsa. “Gli indici-continua Busnelli- sono ben impostati e bisogna cogliere le occasioni che si trovano lungo il percorso. Se dovessimo parafrasare il rugby, direi che le prime linee, pronte a partire subito, sono rappresentate da quei titoli che erano già in una chiara tendenza rialzista o fase di accumulazione e che tornano subito in tendenza. Le prime linee sono infoltite di Capitalia, Banca Intesa, S. Paolo, Mediobanca, Generali. Nelle seconde linee, titoli dall’andamento non più discendente ma non ancora crescente che potrebbero proprio fornire segnali in tal senso ora ci metterei Fiat, ST Microelectronics e Seat. Questi titoli, proprio perché in un momento di risveglio e riscoperta, potrebbero essere anche più frizzanti ma costellati anche da prese di beneficio più incisive, e quindi vanno seguiti con particolare cura. Nelle terze linee invece metterei titoli come Snam rete gas, Terna, Enel, Eni. Titoli che difficilmente potranno mettersi contro il mercato, ma che non sono probabilmente i puledri da cavalcare per sfruttare questo momento. Un discorso a parte per Saipem e Popolare di Milano, che io definisco da collezionisti. Sono su livelli molto alti e un loro acquisto ora potrà fruttare magari tra qualche mese. Chi li compra ora deve sapere che potrebbero essere tenuti nel cassetto per un po’ di tempo prima di poterli rivendere con profitto. Bene, inoltre, Mondadori se dovesse confermare questo movimento. Il titolo esce da sei mesi di congestione sempre più stretta e ora il potenziale è elevato.