1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Bush promette tagli fiscali per contrastare la recessione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La recessione fa paura. Ancora di più se rischia di cadere in un anno elettorale. Ecco così che dopo l’appello a misure fiscali di sostegno all’economia oggi è arrivata l’ufficializzazione. Il presidente George W. Bush in un discorso televisivo ha infatti annunciato il prossimo lancio di un pacchetto di sostegno all’economia basato in larghissima parte su tagli alle imposte. “C’è un sostegno bipartisan all’interno del Congresso – ha detto Bush – per l’emanazione di un pacchetto di sostegno all’economia”, aggiungendo che questo verrà approvato in tempi rapidi.


 

Scopo dichiarato del pacchetto è aiutare le famiglie colpite dalla crisi immobiliare, ma soprattutto far si che l’economia continui a creare posti di lavoro, e incidere con “un impatto diretto sulla crescita”. La misura conterrà un taglio delle tasse che riguarderà i consumatori e le imprese del Paese e incentivi alle grandi aziende. Il piano prevede dunque un sostegno agli investimenti e ai consumi. Bush ha chiarito che l’insieme delle misure varrà quanto l’1% del Pil nazionale.


 


“Questo pacchetto è la priorità più importante per la nostra amministrazione – ha aggiunto Bush -abbiamo preso misure importanti in modo che l’effetto sulla crescita possa essere immediato”. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, in un messaggio televisivo, presentando il piano di supporto all’economia. Bush ha inoltre detto che nonostante esistano rischi di un’inversione economica la Casa Bianca si aspetta che l’economia continui a crescere.