1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Burger King e Tim Hortons ufficializzano la loro unione: nasce big ristorazione con fatturato da 23 mld$

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Il matrimonio tra l’americana Burger King e la catena canadese di caffè e ciambelle Tim Hortons si farà. Le due società ufficializzano la loro unione e danno vita al terzo gruppo a livello mondiale nella ristorazione fast food, con un giro d’affari di 23 miliardi di dollari, oltre 18mila ristoranti in 100 diversi Paesi. Burger King metterà sul piatto circa 11,4 miliardi di dollari. 3G Capital, azionista di maggioranza di Burger King, avrà una partecipazione pari a circa il 51% del nuovo gruppo. 
Le trattative erano state confermate solo ieri, e a distanza di 24 ore sono arrivati i dettagli finanziari dell’operazione. In base ai termini finanziari della transazione, che ha già ricevuto il via libera dai consigli di amministrazione di entrambe le aziende, gli azionisti di Tim Hortons riceveranno 65,50 dollari canadesi per azione in contanti e 0,8025 azioni della nuova realtà per ogni titolo Tim Hortons. Il big statunitense dei fast food ha ottenuto un finanziamento di 12,5 miliardi di dollari per finanziarie la parte in contanti dell’operazione.  
Il quartier generale della nuova realtà sarà in Canada e sarà guidata da Alex Behring, attuale presidente esecutivo di Burger King. La nuova società potrà così beneficiare di un tax rate minore rispetto a quella americana. Nella nota diffusa prima dell’opening bell si apprende che Burger King manterrà la sede di Miami, mentre Tim Hortons resterà a Oakville in Ontario (Canada).
Un’ufficializzazione che mette le ali ai due titoli nel pre-mercato: l’azione Tim Hortons guadagna quasi il 12%, mentre Burger King guadagna circa il 4 per cento.