1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Buongiorno Vitaminic, Rasbank e’ “buy” dopo le ultime vicende

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Procura della Repubblica di Milano ha inviato a Buongiorno Vitaminic l’avviso di conclusione di indagini preliminari a carico dell’a.d., Andrea Casalini, del responsabile del trattamento dati e della società per presunto illecito trattamento dei dati personali. Le indagini sono nate dalla denuncia di un terzo proprietario di una lista ospitata che si è rifiutato di uniformarsi alla best practice indicata da Buongiorno Vitaminic e con cui Buongiorno ha, quindi, rotto la collaborazione. Secondo la denuncia, Buongiorno Vitaminic avrebbe continuato a gestire la lista di tale controparte, anche dopo la risoluzione del contratto. Al momento c’è molta confusione sull’ammontare dell’esborso in caso di condanna; la società, a riguardo, non si è espressa, ribadendo che le violazioni contestate non sussistono. Le cifre che si leggono sui giornali, che spaziano dai 30 ai 112 milioni di euro di multa potenziale, sembrano agli analisti di Rasbank “assolutamente non ragionevoli”. “La società si dichiara tranquilla di poter chiarire completamente presso le Autorità competenti la posizione propria e dei propri manager e nega, in modo più assoluto, di aver continuato a gestire una lista di terzi dopo la risoluzione del contratto”, mettono in luce da Rasbank. “Sulla notizia”, proseguono gli esperti della sim milanese “il titolo è sceso del 7%, sull’incertezza in merito all’iter giudiziale ed alle sue ripercussioni economiche. Riteniamo la reazione eccessiva a fronte della secca smentita della società. Aspettiamo chiarimenti sulla vicenda. Sulla base della credibilità che attribuiamo al management e credendo che il mercato abbia amplificato i rischi economici connessi a tale pendenza giudiziale confermiamo il ‘buy’, con target a 2,47 euro”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
Indagine procura di Campobasso

Usura bancaria: indagato ministro Paolo Savona

Il ministro degli affari europei Paolo Savona risulta indagato dalla procura di Campobasso per usura bancaria. All’epoca dei fatti avona era al vertice di Unicredit. Oltre al ministro altri nomi …

Dati Consulta Nazionale dei Caf

Fisco: pochi scelgono il 730 on line, 86% si rivolge al Caf

Agli italiani piace il 730 precompilato ma non così tanto visto che ancora l’86% preferisce rivolgersi al Caf per compilare la dichiarazione dei redditi. A dirlo i dati diffusi dalla …

Riassetti societari

Snaidero: maggioranza in mano al fondo IDeA Ccr

La maggioranza del capitale azionario della Snaidero Rino, azienda friulana attiva nella produzione di cucine componibili, dopo essere stata vicina al passaggio ad un soggetto industriale cinese, ora è in …