1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Buon denaro su Capitalia, venduta Seat

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

In difficoltà tra i singoli titoli di Piazza Affari Alitalia (-1,23% a 0,9322 euro) nel giorno in cui il Tesoro ha ribadito che non sono ammesse ulteriori aggregazioni alle cordate in gara, ma non “l’eventuale acquisto da parte di soggetti terzi di partecipazioni di minoranza nel capitale di un soggetto ammesso alla fase delle offerte preliminari”. E’ andata anche peggio a Seat Pagine Gialle, in fondo al paniere principale con un ribasso del 2,53% a 0,4664 euro, che nel nuovo piano industriale al 2010 prevede ricavi in crescita ad un tasso medio annuo ponderato del 4,5%/5,5%. La migliore è stata invece Capitalia (+3,34% a 7,435 euro), che questa mattina ha presentato la trimestrale, in un mercato che scommette su un matrimonio a breve con Unicredit (-0,80%). La speculazione non si è smorzata nemmeno dopo che l’amministratore delegato di Unicredit, Alessandro Profumo, ha spiegato che la visita di Cesare Geronzi in piazza Cordusio ha riguardato la discussione del sistema duale di Mediobanca. Dall’altra parte, il consigliere dell’istituto di piazzetta Cuccia, Vincent Bollorè, ha detto che “siamo per l’indipendenza di Capitalia e il rispetto degli equilibri di Mediobanca. In un altro comparto, quello degli oil, ben comprata Eni (+1,76%) nel giorno dei conti e Tenaris (+2,02%). Sul Midex, ha invece continuato a brillare Valentino (+5,42% a 35,18 euro) che ha ancora beneficiato della speculazione su possibili novità nella struttura azionaria. Tra i minori, infine, seduta di correzione per Mediterranea delle Acque (-3,14%) e Acque Potabili (-2,88%). Da segnalare infine il debutto infelice a Piazza Affari di Mid Industry Capital (-3,65% a 25,05 euro).