1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Bulgari, positivo il primo semestre 2007

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Continua il buon momento di Bulgari. E la conferma è arrivata ieri, giorno in cui la maison romana ha svelato i conti del primo semestre 2007. A cominciare dal fatturato che nei primi sei mesi dell’anno in corso è salito, attestandosi a quota 487,8 milioni di euro, in crescita dell’8,9%.


Il primo semestre della società capitolina, protagonista nel mercato del lusso mondiale, è stato archiviato con “ottimi risultati di vendita” in particolare nel segmento core della gioielleria (+20,8% e +18% nel secondo trimestre), così come gli orologi (+10,2% e +12,8% nel secondo trimestre). Notizie positive sono giunte anche dal comparto profumi (+21,6% e +13,6% nel secondo trimestre). In calo, invece, il segmento degli accessori (-8,2% e -4,6% nel secondo trimestre), a causa della debolezza del mercato giapponese, in cui si concentra una parte molto importante del business di questa categoria di prodotto, e dell’anticipo nelle consegne della collezione primavera – estate.

Se si considera, poi, il primo semestre dal punto di vista geografico le vendite sono andate bene gli Stati Uniti (+26,6% e +49,8% nel secondo trimestre), ma anche in Europa (+10,9%), dove si è messa in l’Italia (+15,7%). In controtendenza invece il Giappone (-9%) rispetto al +55% del resto dell’Asia. Il Medio Oriente infine, ha registrato una crescita del 7,8%.

 

 “I soddisfacenti risultati di vendita di questo primo semestre – come ha spiegato Francesco Trapani, amministratore delegato di Bulgari – confermano ancora una volta la forza del marchio e la validità delle strategie adottate dal Gruppo in tutti i mercati. La strategia distributiva focalizzata su nuove importanti aperture e sull’ampliamento e rinnovamento di negozi già esistenti in prestigiose location a livello mondiale. Mi rende pertanto fiducioso anche in un miglioramento del Giappone per il quarto trimestre.”

 

Intanto, in avvio di seduta Bulgari parte con il segno più. Il titolo della maison romana guadagna lo 0,78%, scambiando a 11,39 euro per azione.