Bulgari brilla ancora in Borsa, per Goldman Sachs i conti potrebbero sorprendere

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E’ ancora Bulgari a fare tendenza questa mattina a Piazza Affari. Il titolo della maison di gioielli romana guadagna oltre due punti percentuali (+2,12%) a 7,45 euro in scia alle indicazioni degli analisti di Goldman Sachs. Il broker ha inserito l’azione nella sua conviction buy list alzando contemporaneamente il target di prezzo a 10,6 euro. Un valore che secondo i calcoli deli esperti della banca americana implica un potenziale rialzista del 51 per cento.


Tanto ottimismo è motivato da una view che si basa su diversi fattori. Il broker si aspetta infatti che Bulgari benefici di una solida ripresa ciclica nei ricavi e negli utili, mentre su un orizzonte temporale più ampio sarà il fattore crescita dei consumi nei mercati emergenti a favorire la società. “A nostro parere Bulgari rimane uno dei marchi più attraenti del segmento lusso”, specificano nella nota.
   
Indicazioni motivate dalle attese che accompagnano i conti. Goldman Sachs, in vista della trimestrale della società programmata per l’11 novembre, stima un utile per azione per gli anni 2010-12 più elevato rispettivamente del 18%, 27% e 44% rispetto al consensus I/B/E/S. “Ci aspettiamo un miglioramento delle vendite del secondo semestre dato che le vendite di Bulgari tendono a essere sfasate rispetto al ciclo, il ritardo nel lancio di orologi nel secondo trimestre ha depresso i recenti dati sulle vendite e il cambio valutario potrebbe costituire un significativo supporto nel secondo semestre”, spiegano nel repor gli esperti, specificando inoltre che la stima sull’Ebit è il 26% più elevata della guidance del management.

Ma non ci sono in realtà solo fattori positivi a surriscaldare l’ascesa di Bulgari, gli analisti di Goldman mettono in guardia che per contro potrebbero pesare sulla società una partenza lenta degli ordini di orologi, una domanda più debole nei mercati emergenti e un impatto negativo sul margine lordo per un andamento poco favorevole della valuta.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…

USA

Wall Street si muove incerta dopo dato deludente Pil

Wall Street si muove incerta dopo il deludente dato sul Pil che nel primo trimestre è cresciuto al ritmo più debole degli ultimi tre anni. L’indice Dow Jones scivola dello 0,12%, l’S&P500 segna un -0,06% e il Nasdaq sale dello 0,08%. …

Borse europee aprono poco mosse all’indomani della Bce

Le Borse europee hanno aperto poco mosse all’indomani della Bce che ha confermato la sua politica monetaria. Dall’Eurotower non sono arrivati per la verità spunti di rilievo in vista dell’incontro dell’8 giugno in cui saranno presentate le previsioni…

Borsa di Tokyo chiude in moderato calo

La Borsa di Tokyo ha chiuso in moderato calo, con gli investitori che si muovono più cauti dopo l’euforia di inizio settimana. L’indice Nikkei ha terminato in ribasso dello 0,29%, a 19.196,74 punti e il Topix ha ceduto lo 0,32% a 1.531,80 punti. Dive…