BTP Italia: chiusa la sesta emissione, raccolti oltre 20 mld con boom domanda da istituzionali

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 17/04/2014 - 15:31
Si è conclusa con un boom di ordini da parte degli investitori istituzionali la prima emissione 2014 del BTP Italia. Assegnati complessivamente titoli per oltre 20,5 mld di euro, non lontano dall'emissione record di oltre 22 mld dello scorso novembre. 
Il Tesoro ha programmato per quest'anno una doppia tornata di emissioni del BTP Italia con la seconda emissione del 2014 che con ogni probabilità avrà luogo il prossimo autunno

La sesta emissione del BTP Italia, il titolo indicizzato all'inflazione italiana con la nuova scadenza a 6 anni, si è chiusa con un importo emesso di 20,565 miliardi di euro. Per il nuovo titolo, che ha godimento 23 aprile 2014 e scadenza 23 aprile 2020, è stato fissato il tasso cedolare (reale) annuo definitivo pari a 1,65%, pagato in due cedole semestrali. Il regolamento dell'operazione è fissato lo stesso giorno del godimento del titolo. Domani il Ministero dell'Economia e delle Finanze fornirà i dettagli delle caratteristiche della domanda durante le due fasi del periodo di collocamento.

Richiesta boom da investitori istituzionali 
Oggi la fase due dell'emissione, dedicata agli investitori istituzionali, ha visto un boom di richieste nei primi minuti di apertura del book spingendo il Tesoro a una chiusura anticipata dopo solo 40 minuti con la raccolta di quasi 10,5 mld di euro con 1.054 contratti conclusi. Nel corso della Prima Fase del periodo di collocamento (dedicata a investitori retail), dal 14 aprile 2014 al 16 aprile 2014 erano stati conclusi 170.217 contratti per un controvalore pari a 10.068,101 milioni di euro. 

Tutto sul nuovo BTP Italia 
Nell'edizione 2014 il Tesoro ha cambiato la durata (passata da 4 a 6 anni) e la modalità di collocamento (riservato ai piccoli risparmiatori nei primi tre giorni), mentre sono state confermate le altre caratteristiche portanti del BTP Italia. La struttura rimane di un titolo indicizzato all'inflazione italiana con cedole semestrali a cui si aggiunge il pagamento del recupero dell'inflazione maturata nel semestre. Ammontare fisso pari al 4 per mille lordo per il premio fedeltà corrisposto dal Mef esclusivamente agli investitori che abbiano acquistato il titolo durante la prima fase del periodo di collocamento e lo detengono fino alla scadenza (23 aprile 2020). 

COMMENTA LA NOTIZIA