Bsi: "Positiva per l'azionario nipponico una riconferma di Koizumi"

Inviato da Redazione il Mar, 16/08/2005 - 19:24
"A livello di mercati finanziari, nonostante l'euforia
mostrata nell'ultima settimana, l'azionario nipponico
potrebbe risentire dell'incertezza politica fino alle elezioni indette per l'11 settembre prossimo". Questo, secondo Manuela Biondi di Bsi, l'effetto sull'equity dello scioglimento della camera bassa da parte del premier Koizumi. Ma le valutazioni dell'analista, raccolte nella nota settimanale dell'istituto del gruppo Generali, si estendono anche ai due diversi scenari post elettorali: "In caso di vittoria di Koizumi, il post elezioni dovrebbe
essere positivo per le azioni, (l'atteggiamento liberale/riformista
di Koizumi piace agli investitori esteri) e
negativo per i bond. Per questi ultimi esiste il rischio che
la privatizzazione modifichi la filosofia d'investimento
delle poste, che attualmente detengono 1/4
dell'ammontare di bond in circolazione. Un discorso
opposto vale in caso di vittoria dell'ala anti-riformista
dell'Ldp. In tal caso, l'impatto negativo sull'azionario
(causa percezione di un rallentamento del processo di
riforme), potrebbe essere attutito dall'accantonamento
del progetto di restrizione fiscale".
COMMENTA LA NOTIZIA