1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bsi: nel 2006 prezzo medio Brent a 59 dollari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tensioni tra Iran e comunità internazionale, e tra Russia e Ucraina, contrasti tra la politica energetica statunitense e quella dei governi di Venezuela e Bolivia sono solo alcuni degli elementi che secondo Antonio Ligori di Bsi impatteranno sul greggio, per il quale l’economista indica una media di prezzo di 59 dollari al barile nel corso del 2006. Le quotazioni, secondo Ligori, saranno influenzate anche dall’atteggiamento degli operatori speculativi e soprattutto dalle stime sulle domanda mondiale. “Gli speculatori – spiega l’economista nella nota settimanale della banca ticinese – dopo essere stati lunghi sul mercato dei futures per oltre due anni, sono tornati ad essere venditori netti, all’indomani dei massimi storici raggiunti dopo il passaggio degli uragani nel Golfo del Messico. Questo potrebbe condurre ad atteggiamenti di short covering e sostenere, almeno nel breve, un rialzo del greggio”. A livello strutturale “L’IEA (International Energy Agency) stima per il 2006 una crescita della domanda di greggio del 2.2% (nel 2005 la crescita era stata dell’1.4% e l’anno prima del 3.8%). Questo spiega anche perché abbiamo di recente rivisto al rialzo le nostre previsioni sul prezzo del petrolio (Brent), che, nel 2006, dovrebbe attestarsi in media
attorno ai 59 dollari al barile (la previsione precedente era di circa 50 dollari)”.