Bsi: Borsa di Shanghai penalizzata da scarsa sostenibilità crescita

Inviato da Redazione il Mar, 27/12/2005 - 17:17
E' solo di pochi giorni la notizia della revisione verso l'alto del Pil cinese per il 2004 (+16,8% rispetto alla precedente stima), ma non tutte le voci sono concordi sulla sostenibilità della crescita del grande Paese asiatico. Banca Bsi in particolare, nel suo ultimo report settimanale, sottolinea con preoccupazione l'eccessiva dipendenza dagli investimenti, il cui rapporto sul Pil ha recentemente sfondato la soglia del 40%. Nel commento firmato dall'analista Manuela Biondi si legge: "Continuiamo a vedere nel massiccio ruolo degli investimenti un pericoloso segnale di insostenibilità della crescita cinese nel lungo periodo". Preoccupazione che presso la banca ticinese è vista parzialmente confermata dalla performance di Borsa. "A dispetto della forte crescita economica - si legge ancora nel documento - l'indice di Shanghai perde il 10% ad un anno, il 50% dal 2001. Secondo rumours, la frustrazione per la cattiva performance borsistica starebbe spingendo le autorità a frenare quel processo di apertura che, tramite joint ventures, consente l'ingresso sul mercato a imprese straniere".
COMMENTA LA NOTIZIA