Bs Private Equity percorre le vie legali dopo no di Bca Leonardo ad acquisire il 20%

Inviato da Redazione il Mer, 19/11/2008 - 16:27
Gli azionisti di Bs Private Equity informano tramite una nota stampa di avere ricevuto da Banca Leonardo una comunicazione relativa alla decisione di non voler dare corso all'operazione di acquisto del 20% della società, nonostante che "tutte le condizioni contrattuali si siano puntualmente verificate". Va infatti ricordato che in data 20 maggio 2008 il Gruppo Banca Leonardo e gli azionisti di Bs Private Equity avevano sotto scritto un accordo per l'acquisizione di una quota pari al 20% del capitale del gruppo attivo nel private equity, con tanto di opzione per l'acquisto del residuo 80 per cento. L'operazione, che garantiva comunque autonomia gestionale ai managing partner di Bs Private Equity Group, era subordinata a due condizioni sospensive: l'approvazione da parte dell'Antitrust di alcuni paesi europei (via libera ricevuti nel corso dei mesi successivi) e l'approvazione di Banca d'Italia (pervenuta il 30 ottobre 2008). E' per questo che "Bs Private Equity Group giudica la decisione di Banca Leonardo del tutto ingiustificata e illegittima e ha conseguentemente dato mandato ai propri legali per la tutela dei propri diritti".
COMMENTA LA NOTIZIA