Brusco dietrofront di Ciccolella, titolo non riesce a far prezzo (-14%)

Inviato da Redazione il Lun, 26/02/2007 - 11:44
Il magic moment in Borsa di Ciccolella potrebbe essere arrivato al capolinea. Dopo l'en plein di settimana scorsa con rialzi giornalieri a doppia cifra, il titolo del gruppo leader a livello europeo per la produzione di rose e anthurium oggi non riesce a entrare in contrattazione per eccesso di ribasso sul prezzo di controllo facendo segnare un teorico -13,8%. Venerdì sera, a mercatri chiusi, Ciccolella ha reso noto di aver dato mandato a Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni di procedere alla cessione fino ad un massimo di 500.000 azioni Ciccolella, a partire dalla seduta odierna. La cessione di azioni non ha intento speculativo, "ma unicamente quello di contribuire ad un più razionale andamento delle quotazioni e a consentire il regolare svolgimento delle stesse". Sulla base della posizione finanziaria al 31 gennaio 2007, Ciccolella evidenzia un valore per azione di 0,8731 euro rispetto agli oltre 7 euro a cui ha chiuso la seduta di venerdì scorso. Ciccolella ha ribadito che l'ipotizzato conferimento delle attività florovivaistiche del proprio gruppo nella quotata Ciccolella avverrà sulla base dei valori economici oggetto di valutazione peritale e quindi su base di equità come peraltro già comunicato in data 14 febbraio 2007.
COMMENTA LA NOTIZIA