British Energy si fa scappare la crescita dei prezzi

Inviato da Redazione il Lun, 04/10/2004 - 08:51
British Energy ha fallito clamorosamente l'occasione di trarre profitto dalla cresscita dei prezzi dell'energia elettrica dopo aver ceduto con largo anticipo la maggior parte della sua produzione mediante contratti future. L'errore è da ricercare nella elevata preoccupazione della compagnia, nel corso dello scorso anno, di ridurre l'esposizione verso potenziali crolli del costo dell'energia. Ma i prezzi dei contratti annuali dell'elettricità sono saliti dalle 23,50 sterline per Megawatt/ora di fine marzo a oltre 30 sterline a metà settembre. Come conseguenza British Energy ha riportato una perdita ante imposte di 115 milioni di sterline nel primo trimestre.
COMMENTA LA NOTIZIA