1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Brillano Mps e Rcs, pausa per Fiat

QUOTAZIONI Bca Mps
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I titoli campioni di incassi dell’S&P/Mib sono stati Mps (+4,45%), ancora su di giri dopo l’exploit della vigilia, e Rcs (+3,91%), entrambe indicate come possibili prede degli immobiliaristi, dopo che questi hanno intascato ingenti plusvalenze dalla cessione della partecipazione in bnl a Unipol. Inoltre, vanno segnalate le parole pronunciate dal numero uno di Tod’s e azionista della holding che controlla il Corriere della Sera, Diego Della Valle, nel corso di una conferenza. “Esiste una compagine azionaria forte con azionisti che vanno d’accordo, si rispettano e non hanno alcuna intenzione di vendere”, ha detto Della Valle, smentendo così la possibilità, più volte ventilata dal mercato, che alcuni soci del patto di Rcs potessero chiamarsi fuori e vendere le proprie azioni al migliore offerente. Anche su Fondiaria-Sai gira voce che si sia accesa la speculazione, grazie alla possibilità di un ingresso in massa dei palazzinari romani, dato che la compagnia assicurativa che fa capo alla famiglia Ligresti sembrerebbe facilmente scalabile. Sugli scudi anche L’Espresso e Italcementi. Il rosso più intenso dell’S&P/Mib è stato invece quello accusato da Banca Antonveneta, in ribasso di quasi il 3%, nel giorno in cui ha preso il via l’offerta promossa dalla Banca Popolare Italiana. Gli analisti di Jp Morgan però hanno colto l’occasione per tagliare del 4% le stime di utile per azione dell’istituto padovano per il periodo 2005-2006. Giù anche Saipem, Fiat, dopo che la società ha fatto sapere di non avere informazioni o elementi in grado di spiegare il recente andamento in Borsa del titolo, e ST Microelectronics, che ha scontato il deludente outlook per il terzo trimestre della finlandese Nokia, che spicca tra i suoi maggiori clienti.