1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Brilla la galassia Olimpia, realizzi su Alitalia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’oro nero in questa giornata di giovedì viaggiava in calo sull’onda dell’uscita del dato a stelle e strisce, trascinando con sé anche le azioni del comparto petrolifero. Così, è stata una giornata negativa per le blue chip Eni (-0,63%) e soprattutto per Saipem (-2,05%). Tra i cali maggiori dell’S&P vanno poi segnalati quelli di Popolare di Milano, Fiat, Capitalia e Intesa. Gli ordini di acquisto hanno invece seguitato a tenere alte le quotazioni delle due blue chip della galassia Olimpia, Pirelli (+2,23%) e Telecom Italia (+1,51%). A riguardo, non solo circola voce che il finanziere franco-polacco, Romain Zaleski, sarebbe pronto a prendere il posto di Emilio Gnutti come alleato di Tronchetti Provera dentro Olimpia, ma fonti di stampa sostengono anche che Hopa, nel dopo-Gnutti, potrebbe chiedere a Tronchetti Provera una proroga degli accordi con Pirelli. Le redini della finanziaria bresciana dovrebbero essere prese dalle banche, le quali preferirebbero prendere tempo sulla questione. Gli accordi tra Hopa e Pirelli che riguardano la cassaforte che ha in mano il 18% di Telecom scadono il 9 febbraio. In base al patto e ai prezzi di liquidazione, la finanziaria fino a poco tempo fa guidata da Chicco Gnutti intascherebbe 600 milioni di euro, contro gli 1,085 miliardi di valore di carico della partecipazione. Da qui la necessità di tergiversare, almeno per il momento. Sull’S&P/Mib bene anche ST Microelectronics, Mediaset e Bnl. All’interno del listino delle mid-cap nostrane, sono scattate le prese di profitto su Alitalia (-4,30%), dopo il balzo effettuato dall’inizio dell’anno. Negli ultimi giorni la stampa ha rilanciato le indiscrezioni riguardanti una possibile fusione tra il vettore italiano e la sorella d’oltralpe Air France. Nel corso della giornata odierna è giunta la smentita da parte della compagnia di bandiera italiana, che ha fatto sapere che i due gruppi “proseguono nell’opera di integrazione secondo un percorso già stabilito nell’ambito dell’alleanza SkyTeam e non risulta allo studio alcuna ipotesi di fusione a breve termine”.