Brembo: utile trimestrale in lieve calo a 20,6 milioni, Ebitda sale del 10,2%

QUOTAZIONI Brembo
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Brembo ha archiviato il primo trimestre con utili in calo del 2,1% a 20,6 milioni di euro contro i 21,1 milioni registrati nell’analogo periodo dell’anno scorso. In crescita del 6,3% i ricavi che sono ammontati a 371,9 milioni di euro dai 349,9 milioni di dodici mesi prima. La Germania si è confermato il mercato più importante del gruppo con un incremento del 14,5%, seguito da quello nordamericano (+17,8%). Bene anche le vendite sul mercato cinese, che mostrano un aumento del 50,2% rispetto ad un anno fa. Il resto dell’Europa, fa notare la società, non mostra segni di miglioramento con la Francia che cala del 21,3% e l’Italia dell’1,5%. Unica eccezione il Regno Unito che segna un +2,8%.

Il margine operativo lordo (Ebitda) è aumentato del 10,2% a 47,3 milioni rispetto ai 42,9 milioni dei primi tre mesi del 2012 mentre il risultato operativo (Ebit) è passato da 23,9 milioni agli attuali 26,1 milioni, mettendo a segno un progresso del 9,3%. L’indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2013 si è attestato a 344,6 milioni di euro, in miglioramento dai 349,9 milioni di fine marzo 2012. La proiezione degli ordinativi in portafoglio, spiega la società, confermano per la restante parte dell’anno una crescita dei ricavi coerente con quanto evidenziato in questi primi tre mesi.

“Brembo conferma nel primo trimestre del 2013 una crescita costante dei ricavi e delle marginalità, nonostante il periodo di difficile congiuntura economica”, commenta il presidente Alberto Bombassei. “Questo risultato è reso possibile dalla forte internazionalizzazione che il gruppo ha intrapreso da tempo, confermata anche dagli ulteriori investimenti previsti per l’anno in corso. Grazie a una consolidata presenza globale, l’azienda riesce a compensare le contrazioni di quei mercati, come quello italiano e più in generale sud europeo, dove perdura un significativo calo della domanda di autovetture e motociclette”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
BORSA ITALIANA

Piazza Affari fa fatica: vendite su Ferragamo ed Enel, Saipem in testa

Mattinata archiviata in ribasso per le maggiori piazze azionarie europee, con l’eccezione di Francoforte. Protagonista assoluto della mattinata il dato Pmi su manifattura e servizi per l’area euro, la cui stima flash è salita ancora a 56,8 punti dai …

BORSA ITALIANA

Brembo: analisti contrastati su valutazioni dopo conti 2016, titolo debole in Borsa

Nel 2016 Brembo ha registrato risultati economici da capogiro, con una crescita in doppia cifra degli aggregati operativi, anche a fronte di una riduzione del giro d’affari. “Questi elementi sono la dimostrazione dell`efficienza operativa raggiunta dall’azienda”, sottolinea Equita Sim in un report diffuso questa mattina. Gli analisti della casa d’affari milanese hanno alzato la valutazione […]

BILANCI

Brembo: balzo dell’utile nel 2016, cedola a 1 euro

Brembo ha chiuso l’esercizio 2016 con un fatturato in crescita del 9,9% a 2.279,1 milioni di euro e un utile netto di 240,6 milioni, +30,8%. L’indebitamento netto al 31 dicembre 2016 è pari a 195,7 milioni, in peggioramento di 35 milioni rispetto al 31 dicembre 2015 per via dei investimenti (260,7 milioni netti) realizzati nel […]

CORPORATE GOVERNANCE

Brembo: Riccardo Cesarini lascia l’azienda

Brembo ha emesso una nota per annunciare che Riccardo Cesarini, dopo oltre 16 anni di attività nel ruolo di Direttore di Performance Group, a partire dal 1 marzo 2017 lascerà l’azienda. L’addio è dettato dalla volontà, riporta il comunicato, di “perseguire nuove sfide professionali”. “La piena continuità in termini di strategia di business e di […]