1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Brembo, per AbaxBank vale 11,9 euro

QUOTAZIONI Brembo
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Brembo, società che produce sistemi frenanti per i veicoli a motore, è sottovalutata rispetto ai peers. Lo sostiene Antonio Tognoli, analista di AbaxBank, che oggi ha rivisto al rialzo il target price a 11,9 dal precedente 10,5 euro, confermando a buy il rating sul titolo. L’esperto, oltre ad apprezzare i conti dell’ultimo esercizio, sostanzialmente in linea alle sue attese, osserva come la società abbia una più bassa sensibilità ai cicli negativi rispetto al settore, riuscendo a traslare con maggiore efficacia nei prezzi di vendita l’aumento di quelli delle materie prime.

Commenti dei Lettori
Dal Forum
News Correlate
BORSA ITALIANA

Piazza Affari: exploit di Banco Bpm, soffrono Leonardo e Prysmian

Piazza Affari questa mattina si è messa al comando dei mercati azionari europei, spinta dalle banche: ancora UniCredit, +3% con il titolo che ha superato di slancio quota 17 euro, e Banco Bpm, rialzo di oltre l’8,5% per il titolo dell’istituto che ha…

BORSA ITALIANA

Piazza Affari fa fatica: vendite su Ferragamo ed Enel, Saipem in testa

Mattinata archiviata in ribasso per le maggiori piazze azionarie europee, con l’eccezione di Francoforte. Protagonista assoluto della mattinata il dato Pmi su manifattura e servizi per l’area euro, la cui stima flash è salita ancora a 56,8 punti dai …

BORSA ITALIANA

Brembo: analisti contrastati su valutazioni dopo conti 2016, titolo debole in Borsa

Nel 2016 Brembo ha registrato risultati economici da capogiro, con una crescita in doppia cifra degli aggregati operativi, anche a fronte di una riduzione del giro d’affari. “Questi elementi sono la dimostrazione dell`efficienza operativa raggiunta dall’azienda”, sottolinea Equita Sim in un report diffuso questa mattina. Gli analisti della casa d’affari milanese hanno alzato la valutazione […]

BILANCI

Brembo: balzo dell’utile nel 2016, cedola a 1 euro

Brembo ha chiuso l’esercizio 2016 con un fatturato in crescita del 9,9% a 2.279,1 milioni di euro e un utile netto di 240,6 milioni, +30,8%. L’indebitamento netto al 31 dicembre 2016 è pari a 195,7 milioni, in peggioramento di 35 milioni rispetto al 31 dicembre 2015 per via dei investimenti (260,7 milioni netti) realizzati nel […]