Brasile ad un passo dall’investment grade (Fondionline.it) -2

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Per giustificare il miglioramento della credibilità brasiliana, Fitch ha citato in primo luogo il significativo miglioramento nei conti con l’estero del Brasile, l’adozione di politiche macro- economiche prudenti e l’aumento del risparmio domestico. Altre variabili menzionate dagli analisti di Fitch sono: l’accumulazione di riserve internazionali (che hanno raggiunto i 122.000 milioni a inizio maggio e che, secondo le previsioni, chiuderanno l’anno introno al 150% del debito estero a breve termine). Il team di Standard and Poor’s ha citato i miglioramenti fiscali e l’impegno del secondo Governo guidato da Lula Da Silva nel processo di graduale eliminazione delle vulnerabilità. “Il compromesso adottato dal Governo a favore di una politica pragmatica -indipendenza operativa dalla Banca Centrale e una politica fiscale calibrata per mantenere la relazione debito/Pil all’interno di un trend decrescente- trova un ampio appoggio all’interno del Partito di Lul”, si legge nel report curato dagli analisti di Standar and Poor’s. (Segue)