1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bracchi: “Per le autostrade del Nord servono Mediobanca e i fondi”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

18 miliardi, questa la cifra necessaria, solo nella pianura Padana, per gli investimenti programmati dalle concessionarie. I progetti intanto continuano a trascinarsi da anni tra crisi delle casse pubbliche, limiti del project financing, preoccupazioni ambientali e richieste dei comuni coinvolti. La via d’uscita potrebbe però non essere lontana: a problemi molto padani soluzioni sostanzialmente padane. Lo sostiene il presidente della Milano-Serravalle Giampio Bracchi, che chiama a raccolta il mondo del credito e delle polizze. Mediobanca, Generali, Intesa Infrastrutture e Sviluppo, Unicredito, banca Lombarda, Popolari Venete e Cattolica Assicurazioni sono solo alcuni dei nomi “padani” suggeriti da Bracchi, che punta all’ingresso della finanza del Nord Italia nelle autostrade del Nord Italia. “Nel lungo periodo – spiega il presidente della Milano-Serravalle – le autostrade sono in grado di garantire rendimenti moderati, costanti e sicuri: un ottimo target per gli investitori istituzionali”. A essere chiamati in causa da Bracchi sono anche i fondi pensione e le fondazioni bancarie.