Bpm: volatile a Piazza Affari, in attesa dei dettagli su aumento da 500 milioni

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 30/04/2014 - 11:39
Banca Popolare di Milano in preda alla volatilità a Piazza Affari, in attesa della definizione dei dettagli in merito all'aumento di capitale da 500 milioni di euro, tra cui prezzo e rapporto di emissione, da parte del Cda. L'operazione prenderà il via lunedì 5 maggio e i diritti saranno quotati fino al 16 maggio ed esercitabili fino al 23 maggio.

In un report odierno gli analisti di Equita scrivono che "secondo il management (nonostante la bocciatura delle modifiche statutarie nell'assemblea di aprile) il completamento dell'aumento di capitale rappresenta un presupposto per la rimozione degli add-ons (-150 punti base sul core Tier 1), una parte dei quali erano stati introdotti proprio per motivi di governance: l'istanza a Banca d'Italia dovrebbe essere effettuata quindi a luglio. La rimozione integrale degli add-ons prima di ottobre, termine entro il quale saranno pubblicati i risultati di Aqr/stress test, ne ridurrebbe in maniera significativa l'execution risk". Gli esperti mantengono il giudizio buy su Bpm e target price a 0,75 euro. Il titolo al momento sul Ftse Mib avanza dello 0,06% a 0,72 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA