Bpm: voci su possibile censura di Banca d'Italia su Amici Bipiemme, +7,68% sul Ftse Mib

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 12/01/2012 - 12:06
La Popolare di Milano sotto lo sguardo di Piazza Affari. Banca d'Italia, secondo quanto risulta a Il Sole 24 Ore, avrebbe inviato una lettera ai vertici dell'Associazione Amici della Bipiemme contestando duramente il ruolo e l'influenza esercitata sulla governance nei mesi scorsi. Il quotidiano nazionale ha riportato alcuni estratti della missiva nei quali via Nazionale censura la ricandidatura nel consiglio di sorveglianza di sette componenti che già ricoprivano cariche all'interno del gruppo, nonostante la vigilanza avesse richiesto un rinnovo totale. L'authority inoltre fa rifermento anche all'influenza dei soci-dipendenti sulla gestione del personale che si traduce in un costo superiore alla media dei peers. "La lettera - sostiene Equita nella nota raccolta da Finanza.com - conferma che la pressione della vigilanza sui sindacati-azionisti di Bpm resta molto alta. Come estrema ratio ricordiamo che la banca d'Italia dispone di un'arma efficace per evitare l'ostacolo dei sindacati al cambiamento, come per esempio l'articolo 20 del Tub che permette di sospendere i diritti di voto dei partecipanti ad un accordo (in questo caso l'Associazione Amici della Bipiemme) dal quale potrebbero derivare rischi per la sana e prudente gestione della banca", concludono gli analisti che confermano la raccomandazione d'acquisto ("buy") sul titolo e il prezzo obiettivo a 0,38 euro. In netto rialzo Bpm sul Ftse Mib dove avanza del 7,68% a quota 0,316.
COMMENTA LA NOTIZIA