1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bpm: voci di mini riassetto delle controllate, domani si decide ammontare aumento

QUOTAZIONI Banco Bpm
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Banca Popolare di Milano tema caldo a Piazza Affari. Secondo indiscrezioni di stampa, riportate da Il Messaggero, il piano industriale di piazza Meda potrebbe prevedere una integrazione light e in due tempi delle controllate CR Alessandria (di cui Bpm possiede l’80%), Banca Legnano (93,5%) e Banca Popolare di Mantova (61,2%). Secondo l’articolo, entro fine anno si procederebbe all’integrazione di CR Alessandria in Banca Legnano, mentre la Mantova resterebbe autonoma fino al 2014. “Banca Legnano e CR Alessandria hanno una base costi combinata di 160 milioni di euro e riteniamo che l’integrazione potrebbe liberare 10-15 milioni di minori costi”, scrive Intermonte nella nota odierna. Domani i vertici della Popolare di Milano dovrebbero inoltre decidere sull’ammontare dell’aumento di capitale e sui termini del convertibile “il cui strike – ricorda il broker – potrebbe essere rivisto dagli attuali 6 euro a 3 euro per azione”. A Piazza Affari il titolo Bpm mostra un progresso dello 0,79% a 2,276 euro.