Bpm resiste alle vendite a Piazza Affari, Bonomi detiene il 2,6% -1-

Inviato da Alberto Bolis il Mar, 04/10/2011 - 09:54
Sono iniziate le grandi manovre intorno alla Banca Popolare di Milano in vista dei prossimi appuntamenti: presentazione delle liste per il Consiglio di sorveglianza e di gestione, assemblea degli azionisti del 22 ottobre, aumento di capitale da 800 milioni di euro. Il nome più atteso è uscito allo scoperto: il fondo Investindustrial di Andrea Bonomi, su richiesta della Consob, ha annunciato di detenere il 2,6% del capitale di Bpm, in scia ad acquisti sul mercato direttamente e indirettamente attraverso società controllate. Nessuna dichiarazione da parte degli altri papabili ad entrare nell'istituto di piazza Meda, ovvero la Sator di Matteo Arpe e il fondo Clessidra guidato da Claudio Sposito.
COMMENTA LA NOTIZIA