1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

BPM: per RasBank lo stop di Bankitalia a Crédit Mutuel non influirà sul titolo

QUOTAZIONI Banco Bpm
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Secondo quanto riportato dalla stampa il Crédit Mutuel, già socio della Banca Popolare di Milano con il 2% del capitale, avrebbe avanzato a Bankitalia la richiesta di poter salire al 15% nel capitale dell’istituto lombardo, ricevendo da Via Nazionale una risposta negativa. Il governatore Draghi, pur avendo sempre dichiarato di non voler rivestire il ruolo di regista del riassetto delle banche, non ha potuto rispondere affermativamente alla richiesta di Crédit Mutuel, stante la vigente normativa che prevede un tetto dello 0.5% alle partecipazioni nelle banche popolari, fatta eccezione per i fondi comuni. La banca francese, che, oltre alla quota del 2% del capitale di BPM, detiene una partecipazione del 7% nella Banca di Legnano ed è titolare di un prestito convertibile in azioni BPM (circa il 6% del capitale), dovrà forse accantonare solo temporaneamente le proprie mire, in attesa di una riforma del governo che le permetta di completare l’operazione. Gli analisti di RasBank ritengono che la notizia sia ininfluente sslla quotazione del gruppo milanese in Borsa. Il titolo è stato debole nelle ultime sedute, anche in relazione al venir meno dell’appeal speculativo legato al ruolo di potenziale preda di gruppi maggiori. Il broker “conferma sul titolo il rating neutral ed il target price di 11,3 euro”.