Bpm: Montani, rimborsati alla Bce 1,5 miliardi di Ltro. Bonomi, dopo aumento torneranno i dividendi

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 20/03/2013 - 11:25
L'aumento di capitale da 500 milioni non è legato alla trasformazione in Spa di Bpm. Lo ha detto Piero Montani, consigliere delegato di Piazza Meda, durante la conference call sui conti 2012, spiegando che la ricapitalizzazione non è in funzione della forma societaria che prenderà la banca, ma dimostra solo che i tempi sono maturi per alcuni cambiamenti e per raggiungere velocemente gli obiettivi. Per quanto riguarda le operazioni di Ltro, il Ceo ha dichiarato che la Bpm ha rimborsato 1,5 miliardi di euro alla Banca centrale europea, facendo così scendere l'esposizione verso l'Eurotower a 4,6 miliardi di euro. Dal canto suo Andrea Bonomi, presidente del consiglio di gestione dell'istituto meneghino, ha sottolineato che l'aumento di capitale, finalizzato a rimborsare i Tremonti bond, sarà propedeutico al ritorno al pagamento dei dividendi per gli azionisti.
COMMENTA LA NOTIZIA