1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Bpm, le voci di aumento confermano lo short

QUOTAZIONI Banco Bpm
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Peggior titolo del Ftse Mib al giro di boa della seduta odierna, Bpm paga dazio al susseguirsi di un prossimo aumento di capitale da 600 milioni di euro. Al momento la banca nega ma il mercato non da credito alla smentita, con inevitabili ripercussioni dal punto di vista grafico. In particolar modo il con il cedimento di area 2,95 euro avvenuto lo scorso 22 febbraio Bpm aveva completato un testa e spalle ribassista. La figura è stata disegnata a cavallo tra il 19 gennaio e il 21 febbraio. La seguente fase di lateralità non ha dunque modificato il quadro grafico negativo e ha anzi fatto si che nel range tra 2,82 e 3,078 si procedesse ad una fase distributiva tale da produrre un ulteriore figura short quale un doppio massimo in caso di violazione di 2,815 euro. Partendo da tali presupposti è dunque possibile entrare in vendita o sulla debolezza sotto 2,815 euro o a 2,86 euro per i più conservatori. In entrambi i casi lo stop scatterebbe a 3,04 euro mentre il primo target si avrebbe a 2,68 euro e il secondo a 2,56 euro.