Bpm giù in Borsa. Mercato ragione su ipotesi aumento cda martedì -1

Inviato da Micaela Osella il Ven, 15/04/2011 - 11:30
Ancora acque agitate attorno alla Banca Popolare di Milano. Il titolo dell'istituto meneghino cede due punti percentuali, scambiando a 2,656 euro. Secondo quanto riportano i quotidiani la relazione di Banca d'Italia avrebbe richiesto una ricapitalizzazione in tempi stretti da 600 milioni di euro, la cancellazione del dividendo, differenti ponderazioni di RWAs con incrementi di 300-400 milioni. Anche sul fronte governance Palazzo Koch avrebbe sgombrato il campo con la richiesta di un aumento delle deleghe da 1 a 6. Tutto verrà deciso nel cda di martedì prossimo. "L'aumento di capitale non potrebbe essere deliberato dall'assemblea del
30 aprile causa tempi", commentano questa mattina gli analisti di Equita. "L'eventuale execution sarebbe quindi nel terzo trimestre, principale elemento negativo qualora l'indiscrezione fosse confermata".
COMMENTA LA NOTIZIA