1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bpm fa saltare il banco, niente nozze con Bper

QUOTAZIONI Banco Bpm
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Colpo di scena a Milano con in Cda della Popolare Milano che ha bocciato le nozze con la Popolare Emilia Romagna. Il progetto di fusione tra i due istituti ha incontrato ieri un ostacolo insormontabile con la componente sindacale maggioritaria del cda che non ha approvato le modifiche dello statuto necessarie per andare avanti con il piano di aggregazione. Il blitz dell’ultimo minuti dell’ala sindacale Fisac-Cgil guidata dal vice presidente Mario Artali. La votazione ha visto prevalere i no per 11 a 9 e in una nota l’istituto guidato da Roberto Mazzotta ha fatto sapere che il board “ha ritenuto a maggioranza di non poter approvare le modifiche dello statuto prese in considerazione nell’ambito del processo autorizzativo della fusione con Bper, prendendo al contempo atto che al suo interno non sussiste un grado di condivisione dell’operazione sufficiente ad assicurarne il perfezionamento”. I due gruppi cooperativi hanno approvato un mese fa l’iter autorizzativo per la fusione, che porterebbe alla creazione della sesta banca italiana. “L’operazione di integrazione con Bper è finita”, ha dichiarato il consigliere di Bpm, Marco Vitale, non lasciando spazio a ulteriori ripensamenti.