Bpm chiude il contenzioso con il Fisco, il mercato attende l'operazione Anima -2-

Inviato da Alberto Bolis il Mar, 21/12/2010 - 11:09
A Piazza Affari il titolo della Popolare di Milano festeggia l'accordo con il Fisco con un balzo di oltre 2 punti percentuali a 2,78 euro. Ma gli analisti restano cauti. "Riteniamo che il titolo nel medio termine soffra ancora per la debole redditività legata soprattutto al basso livello dei tassi d'interesse - è il commento di Intermonte -, ma nel breve periodo dovrebbe beneficiare di maggiore chiarezza sul fronte del capitale. Intermonte conferma il giudizio neutral sull'azione Bpm con target price a 3,70 euro.

Equita ribadisce invece raccomandazione hold e prezzo obiettivo a 3,60 euro. "L'ammontare del settlement è superiore alla nostra attesa (100 milioni di euro) e rientra nella parte alta del range (100-200 milioni) circolato nei giorni scorsi", scrivono gli analisti nella nota odierna. L'impatto sul Core Tier 1 è di 50 punti base contro la stima di Equita di 28 punti base: "i capital releases previsti (Anima e Bpm Vita +130 punti base) vengono quindi interamente assorbiti (Basilea 2,5 e pro ciclicità -70 punti base), quindi il Core Tier 1 resta al 7,1% inclusa Basilea 3 e senza i Tremonti Bonds".
COMMENTA LA NOTIZIA