Bpm: allo studio nuova governance duale, per Equita la situazione rimane incerta

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 21/09/2011 - 11:10
Bpm rimane sotto i riflettori di Piazza Affari, in attesa della riunione del cda previsto per il 27 settembre. Stando a quanto riportato dal Sole 24Ore, la nuova governance duale prevedrebbe un consiglio di sorveglianza composto da 17 membri, di cui cinque in possesso dei requisiti di indipendenza e 11 eletti dalla lista di maggioranza. E un consiglio di gestione formato da cinque membri. La governance così strutturata dovrebbe creare una netta separazione tra la proprietà e i sindacati del management. "L'introduzione del sistema dualistico in sé non risolve i problemi di governance della banca - sostiene Equita nella nota odierna - visto che l'impatto della nuova struttura societaria sulla gestione dipenderà dalla scelta dei manager e dai relativi poteri. La situazione resta ancora molto incerta. La data cruciale resta il board del 27 settembre che dovrebbe decidere su tempi e termini dell`aumento di capitale: a quel punto dovrebbe anche essere reso noto l`eventuale ingresso di Matteo Arpe", concludono gli analisti mantenendo la raccomandazione hold con target price a 1,7 euro. Bene il titolo sul Ftse Mib dove in questo momento è scambiato a 1,27 euro in rialzo dell'1,68 per cento.
COMMENTA LA NOTIZIA