La Bpi passa alla Verona: nasce la Superpopolare

QUOTAZIONI Banco Popolare
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo undici ore di consiglio e lunghe settimane di trattative la Banca Popolare Italiana ha scelto il suo partner. Sarà la Banca Popolare di Verona e Novara ad accompagnare la Bpi all’altare, in un matrimonio voluto da Bankitalia per forzare la struttura patrimoniale di Lodi dopo gli scossoni dell’era Fiorani. La fumata bianca è arrivata in tarda serata. Dopo una maratona domenicale iniziata dagli advisor Mediobanca e Rothschild che hanno illustrato ai consiglieri le due offerte sul tavolo: oltre a quella veronese, la proposta concorrente della Banca Popolare dell’Emilia Romagna. Ha vinto l’offerta più liquida: circa 12 euro per azione con una quota in contanti fino al 30%. Ma, soprattutto l’ha spuntata la banca più grande: in Borsa Bpvn vale 8,6 miliardi contro i 7,1 miliardi di Bpi e i 4,2 miliardi di Bper.

Commenti dei Lettori
News Correlate
EUROPA

Total: utile netto balza del 77% nel primo trimestre 2017

Trimestrale migliore delle aspettative per Total in uno scenario caratterizzato dalla risalita dei prezzi del petrolio. In particolare, il colosso petrolifero francese ha visto l’utile netto rettificato balzare del 56% a 2,6 miliardi di dollari (cons…