Bpi in rosso, Fiorani lascia San Vittore

Inviato da Redazione il Lun, 10/04/2006 - 11:38
Dopo il ribasso dell'1,64% accusato venerdì, gli ordini di vendita continuano ad indebolire Banca Popolare Italiana, che al momento a Piazza Affari si lascia dietro alle spalle l'1,51%, attestandosi a 8,55 euro, dopo avere già raggiunto un minimo intraday in corrispondenza di 8,51 euro. Da segnalare che dopo 4 mesi di carcere, l'ex numero uno dell'istituto lodigiano, Gianpiero Fiorani, ha lasciato San Vittore avendo ottenuto gli arresti domiciliari. Fiorani e l'ex braccio destro, Gianfranco Boni, erano stati arrestati con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione e all'aggiotaggio, in relazione al tentativo di scalata su Banca Antonveneta.
COMMENTA LA NOTIZIA