Bpi, dimissioni in toto del vecchio cda e al timone salgono Giarda e Gronchi

QUOTAZIONI Banco Popolare
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si dimette quasi tutto il consiglio di amministrazione della Banca Popolare Italiana. Solo lo storico consigliere Antonio Premoli si è rifiutato di compiere il gesto di discontinuità richiesto fin dalla scorsa estate dalla Procura di Milano, mentre gli altri membri hanno rimesso il mandato “con effetto dal giorno in cui si terrà l’assemblea dei soci per la nomina del nuovo cda”. E i consiglieri tengono a precisare che “l’efficacia differita delle dimissioni è fatta per garantire comunque pienezza e continuità alla gestione della banca”. L’assemblea è stata convocata per il 26 e il 27 gennaio in prima e seconda convocazione e per traghettare l’istituto di Lodi fino a quella data sono stati cooptati Dino Piero Giarda e Divo Gronchi, in sostituzione di Gianmaria Visconti di Modrone e Giampiero Fiorani.