Bper: aumento di capitale a 5,14 euro, sconto del 26,5% sul Terp. Si parte lunedì

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 20/06/2014 - 09:02
Quotazione: B P EMILIA ROMA

Il Cda di Bper ha fissato le condizioni definitive dell'aumento del capitale sociale a pagamento per massimi 750 milioni di euro, determinando il prezzo di sottoscrizione di ciascuna delle azioni ordinarie di nuova emissione in  5,14 euro, di cui 3,00 euro di valore nominale e 2,14 euro di sovrapprezzo. L'aumento di capitale avrà a oggetto massime 145.850.334 azioni ordinarie, del valore nominale di 3,00 euro, con godimento regolare (1° gennaio 2014) e aventi le stesse caratteristiche delle azioni ordinarie Bper in circolazione, per un controvalore massimo pari a 749.670.717 euro, inclusivo del sovrapprezzo.

Il Consiglio ha inoltre stabilito il rapporto di opzione in 7 azioni ordinarie di nuova emissione ogni 16 azioni ordinarie detenute. Il prezzo di sottoscrizione è stato determinato applicando uno sconto del 26,5% sul prezzo teorico ex diritto (Theoretical Ex Right Price - Terp) delle azioni ordinarie Bper calcolato sulla base del prezzo ufficiale di Borsa del 19 giugno 2014, pari a 7,8005 euro. Le condizioni definitive dell'offerta, spiega la nota, saranno indicate in un supplemento al prospetto da pubblicarsi, previa approvazione della Consob, prima dell'avvio del periodo di offerta.

I diritti di opzione, validi per la sottoscrizione di azioni di nuova emissione, saranno esercitabili dal 23 giugno al 18 luglio. I diritti di opzione saranno inoltre negoziabili in Borsa dal 23 giugno all'11 luglio. Entro il mese successivo alla scadenza del periodo di offerta, Bper offrirà in Borsa per almeno cinque giorni di mercato aperto (salvo che i diritti di opzione non siano già stati integralmente venduti nelle precedenti sedute) gli eventuali diritti di opzione non esercitati.

Nell'ambito dell'offerta, Citigroup Global Markets Limited, JP Morgan Securities, Mediobanca - Banca di Credito Finanziario agiranno quali Joint Global Coordinators e Joint Bookrunners, mentre Barclays, Credit Suisse Securities (Europe), Deutsche Bank AG London Branch, HSBC Bank e Société Générale agiranno quali Joint Bookrunners.

Il buon esito dell'aumento di capitale è garantito da tali società che si sono impegnate, disgiuntamente e senza vincolo di solidarietà tra loro, a sottoscrivere le azioni di nuova emissione in numero corrispondente ai diritti di opzione che dovessero risultare eventualmente non esercitati al termine dell'offerta in Borsa, fino al controvalore complessivo dell'offerta.

COMMENTA LA NOTIZIA