1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bper: aumento di capitale a 5,14 euro per azione, sconto del 26,5% sul Terp

QUOTAZIONI Bper Banca
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il Cda di Bper ha fissato le condizioni definitive dell’aumento del capitale sociale a pagamento per massimi 750 milioni di euro, determinando il prezzo di sottoscrizione di ciascuna delle azioni ordinarie di nuova emissione in 5,14 euro, di cui 3,00 euro di valore nominale e 2,14 euro di sovrapprezzo. L’aumento di capitale avrà a oggetto massime 145.850.334 azioni ordinarie, del valore nominale di 3,00 euro, con godimento regolare (1° gennaio 2014) e aventi le stesse caratteristiche delle azioni ordinarie Bper in circolazione, per un controvalore massimo pari a 749.670.717 euro, inclusivo del sovrapprezzo.

Il Consiglio ha inoltre stabilito il rapporto di opzione in 7 azioni ordinarie di nuova emissione ogni 16 azioni ordinarie detenute. Il prezzo di sottoscrizione è stato determinato applicando uno sconto del 26,5% sul prezzo teorico ex diritto (c.d. Theoretical Ex Right Price – Terp) delle azioni ordinarie BPER calcolato sulla base del prezzo ufficiale di Borsa del 19 giugno 2014, pari a 7,8005 euro. I diritti di opzione, validi per la sottoscrizione di azioni di nuova emissione, saranno esercitabili dal 23 giugno al 18 luglio. I diritti di opzione saranno inoltre negoziabili in Borsa dal 23 giugno all’11 luglio.

Nell’ambito dell’offerta, Citigroup Global Markets Limited, JP Morgan Securities, Mediobanca agiranno quali Joint Global Coordinators e Joint Bookrunners, mentre Barclays, Credit Suisse Securities (Europe), Deutsche Bank AG London Branch, HSBC Bank e Société Générale agiranno quali Joint Bookrunners.

Il buon esito dell’aumento di capitale è garantito da tali società che si sono impegnate, disgiuntamente e senza vincolo di solidarietà tra loro, a sottoscrivere le azioni di nuova emissione in numero corrispondente ai diritti di opzione che dovessero risultare eventualmente non esercitati al termine dell’Offerta in Borsa, fino al controvalore complessivo dell’offerta.