1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bper: Alessandro Vandelli succede a Luigi Odorici come amministratore delegato

QUOTAZIONI Bca Pop Emil Romagna
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Banca popolare dell’Emilia Romagna comunica che Luigi Odorici ha rimesso al Consiglio, a far tempo dalla data odierna, tutte le deleghe operative a lui attribuite, cessando conseguentemente a partire dalla stessa data dalla funzione di amministratore delegato. E’ quanto si legge in una nota dell’istituto di credito in cui spiega che alla base della decisione c’è “la volontà dell’interessato di favorire un’immediata assunzione del governo degli indirizzi strategici da parte di chi avrà la responsabilità di elaborare e successivamente di attuare il nuovo piano industriale di gruppo”.

Su indicazione unanime del comitato nomine e remunerazione il Cda, ricostituitosi per effetto delle nomine compiute dall’assemblea dello scorso 12 aprile, ha nominato all’unanimità a far data dal 16 aprile quale nuovo amministratore delegato il consigliere Alessandro Vandelli, che cessa con pari decorrenza dall’incarico di vice direttore generale. Odorici è stato designato vice presidente della banca e va ad affiancare, nella stessa carica, i colleghi Alberto Marri e Giosuè Boldrini.

Il presidente Ettore Caselli, nell’esprimere, a nome del Consiglio, vivo apprezzamento per l’opera prestata da Odorici, sottolinea come la nomina di Vandelli ad amministratore delegato premi una risorsa che gode di meritata considerazione in seno alla comunità finanziaria, per capacità e competenze, messe a punto in un percorso professionale estremamente articolato, sviluppatosi in seno al gruppo: ciò assicurerà continuità e coerenza a quei valori che tradizionalmente ispirano l’operare di Bper, più che mai attuali nel difficile frangente che il paese sta attraversando.

Vandelli, dopo aver ringraziato il Consiglio per la fiducia accordatagli, dichiara che attenderà all’incarico affidatogli con massimo impegno e determinazione, fiducioso che le importanti sfide che attendono il gruppo potranno essere affrontate e vinte col determinante concorso che gli assicurerà, in primo luogo, la affiatata squadra di direzione generale su cui può contare. La direzione generale risulta pertanto così composta: Fabrizio Togni, direttore generale, Eugenio Garavini, vice direttore generale vicario, Pierpio Cerfogli e Gian Enrico Venturini, vice direttori generali.