1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Borse: la volatilità non fa paura a Merrill Lynch

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Questione di punti di vista. In molti tra strategist, analisti, gufi di case d’affari internazionali aveveno messo in guardia gli investitori di portarsi imbattere quest’anno in una bestia nella giungla dei mercati: la volalità. Secondo Richard Bernstein, chief investment strategist di Merrill Lynch le migliori opportunità di investimento per il 2007 deriveranno proprio da questo probabile aumento della volatilità. “Come previsto la banche centrali in Europa e in Giappone aumenteranno i tassi di interesse nel tentativo di riassorbire la liquidità in eccesso – commenta l’esperto della prestigiosa casa d’affari. “Una maggiore volatilità – argomenta Bernstein – può portare ad annunci allarmistici, inducendo gli investitori a spostare le proprie risorse verso asset caratterizzati da un valore effettivo o intrinseco. Riteniamo che gli investitori dovrebbero orientarsi verso asset che non risentano della volatilità o che da essa possano trarne beneficio”. Cinque a detta degl broker gli aspetti principali che gli investitori internazionali dovranno tenere in considerazione per il 2007: l’attrattiva per il settore telecom a livello mondiale; il riposizionamento verso gli asset di più elevata qualità; la crescente domanda di beni di consumo nei Mercati Emergenti; il rallentamento nella crescita dei prezzi delle materie prime e il ruolo dell’oro rispetto al rischio geo-politico.