1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse Usa si confermano in rosso, saldo 2015 negativo anche per il Nasdaq

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Wall Street si conferma negativa in scia della decisione della Fed di rinviare il primo rialzo del costo del denaro dal 2006. In questo momento il Dow Jones segna un -1,5%, lo S&P scende dell’1,75% e il Nasdaq lascia sul campo oltre due punti percentuali. Con il calo attuale, anche per il Nasdaq il saldo da inizio anno passa in territorio negativo (-0,23%, -8,9% del Dow e -6,15% dello S&P500).

A livello di singole performance spicca il -2,76% di Goldman Sachs dopo l’annuncio che al Chief executive Lloyd Blankfein è stato diagnosticato un tumore “altamente curabile”. Segno meno anche per Bank of America (-1,27%) nel giorno della votazione sulla nuova governance del gruppo. Tra le società che hanno presentato i conti, +0,41% per General Mills in scia di un risultato per azione superiore alle stime, e -1,4% per Darden Restaurants nonostante conti sopra le stime a la revisione al rialzo della view sull’intero esercizio.

In agenda macro l’indice elaborato dalla Fhfa (Federal Housing Finance Agency) relativo i prezzi delle abitazioni statunitensi, salito a luglio dello 0,6% mensile (consenso +0,4%), e il Redbook index, secondo cui nelle prime tre settimane di settembre le vendite nelle grandi catene retail statunitensi hanno messo a segno un -1,4% mensile e un +1,3% annuo. Calo inatteso per l’indicatore che misura l’andamento del comparto manifatturiero elaborato dalla Federal Reserve Bank di Richmond, sceso da zero a -5 punti.