1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Borse Usa in rosso, crollo di Valeant Pharmaceuticals

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta altalenante per i listini statunitensi che dopo un inizio positivo sono penalizzati dalle vendite che stanno colpendo il comparto energetico e i titoli farmaceutici. Per quanto riguarda il primo settore pesa il -2,55% del Wti dopo la pubblicazione dei dati sulle scorte statunitensi (cresciute di 8 milioni di barili, oltre il doppio rispetto ai 3,5 milioni stimati dagli analisti) mentre nel secondo spicca il -39,51% di Valeant Pharmaceuticals dopo la diffusione di un report decisamente negativo da parte della società di ricerca Citron Research (secondo cui con Valeant potremmo trovarci di fronte a una “Enron farmaceutica”).

Segno più invece per Ferrari, +7,02% a 55,65 dollari, nel giorno del debutto (massimo a 60,97$). L’azione con il simbolo “RACE” ha iniziato le contrattazioni a 52 dollari, al top della forchetta di prezzo indicativa fissata inizialmente a 48-52 dollari. In questo contesto il Dow Jones segna un +0,1%, lo S&P scende dello 0,36% e il Nasdaq lascia sul campo lo 0,66%.

Tra le società che hanno presentato i conti trimestrali segnaliamo il +1,89% di Boeing in scia di numeri superiori alle attese e della revisione al rialzo delle stime e il +2,13% di Kimberly-Clark che ha terminato il Q3 con un risultato netto in calo da 562 a 517 milioni di dollari. Dopo la chiusura degli scambi appuntamento, tra gli altri, con i risultati di American Express (-0,01%), eBay (+0,02%) e Texas Instruments (+0,19%).

Tra le altre storie del giorno, +2,82% per SanDisk che sarà acquisita da Western Digital per 19 miliardi di dollari e -6,05% di Twitter, bocciata a “underweight” da Brian Nowak di Morgan Stanley in scia del basso tasso di crescita degli utenti e dello scarso livello di partecipazione attiva. In calo anche il prezzo obiettivo, tagliato da 36 a 24 dollari.