FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le tensioni geopolitiche penalizzano l’andamento di Wall Street. A poco più di due ore dalla chiusura delle contrattazioni il Dow Jones segna un calo dello 0,19%, lo S&P500 scende dello 0,27% e il Nasdaq arretra dello 0,37%.

In agenda macro le indicazioni relative i prezzi delle importazioni (-0,2% m/m) e le scorte di petrolio, scese più del previsto (-2,2 milioni, consenso -0,7 milioni).

A livello di singole performance, parità per United Continental nel giorno in cui il Chief Executive Oscar Munoz si è scusato per lo scandalo del passeggero trascinato di peso fuori da un aereo perché in overbooking.

In evidenza anche Delta Air Lines (+1,61%) che, nonostante una contrazione dell’utile trimestrale di oltre il 36%, capitalizza l’attesa di un incremento dei ricavi per passeggero di 1-3 punti percentuali nel corso del secondo trimestre. Segno più anche per Lululemon (+0,94%), promossa a “buy” da Stifel.