1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Borse Usa con il segno meno, FedEx e Micron in controtendenza

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Prese di beneficio sul comparto finanziario, indicazioni contrastanti dal fronte macro e vendite sul greggio spingono al ribasso i listini statunitensi. Per quanto riguarda i dati macro, migliore del previsto l’aggiornamento relativo il superindice (+0,4%), sostanzialmente in linea con le stime le nuove richieste di sussidio (271 mila) e la bilancia delle partite correnti (-124 miliardi) mentre ha deluso l’indice che misura l’andamento del manifatturiero dell’area di Philadelphia (-5,9 punti). Nel comparto energetico, -1,6% per il Wti che nelle ultime cinque sedute ha perso oltre il 6%.

Al momento il Dow Jones segna un rosso dello 0,85%, lo S&P500 arretra dello 0,95% e lo S&P lascia sul campo lo 0,73%. -3,18% per General Mills che ha chiuso il secondo trimestre fiscale con un utile per azione in versione “adjusted” di 82 centesimi, 1 in meno rispetto alle stime. Sotto le stime anche le vendite, scese del 6,1% a 4,42 miliardi (consenso 4,61 miliardi). Conti migliori del previsto invece per FedEx (+3,47%) e +3,13% di Micron Technology, promossa a “overweight” da Morgan Stanley (-2,65%). Tra i finanziari, -1,48% per JPMorgan Chase e -1,19% di Goldman Sachs.