1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Borse Ue senza direzione, a Piazza Affari nuovi massimi dal 2011 per Fiat

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Moderata intonazione positiva per le Borse europee in avvio dell’ultima seduta dell’ottava. Il bilancio settimanale è ancora ampiamente positivo nonostante il ritracciamento della vigilia con il Dax poco sotto i massimi storici toccati mercoledì e il Ftse Mib non lontano dalla soglia dei 20mila punti agganciata sempre mercoledì. 

Dopo la prima ora di contrattazioni il Dax di Francoforte sale dello 0,22% a 9.738 punti, +0,09% per Parigi, mentre Madrid cede lo 0,45%. Segno meno anche per Milano con l’indice Ftse Mib che cede lo 0,23% a 19.829 punti. In prima fila World Duty Free che sale dell’1,35%, mentre in coda cedono oltre il 2% Banco Popolare e Stm

Lo spread Btp-Bund risulta sostanzialmente stabile con differenziale di rendimento tra i titoli di Stato decennali italiani e tedeschi a 206 punti base. Il rendimento del Btp decennale è al 3,83%. oggi atteso il bollettino mensile di Bankitalia

Fiat non si ferma, aggiornati nuovamente i massimi dal 2011
Partenza  positiva per Fiat che dà seguito al rally della vigilia aggiornando i massimi a due anni e mezzo. Il titolo del gruppo automobilistico torinese è arrivato a guadagnare in avvio il 2% a 7,335 euro, livello più alto dal luglio del 2011. Da inizio anno il titolo del Lingotto segna un balzo di oltre il 21 per cento. Stando ai dati Acea diffusi ieri, il gruppo Fiat ha chiuso il mese di dicembre 2013 con un saldo positivo del 2,3% delle immatricolazioni in Europa. 
Sul mercato  si continua a guardare al nuovo piano industriale che verrà presentato a maggio e che dovrebbe focalizzarsi sul rilancio dell’Alfa Romeo. Secondo Equita Sim il piano prevederà il rilancio dell’Alfa Romeo, così come di Maserati e Jeep, al fine di rafforzarsi nel segmento dei marchi di alta gamma. Inoltre focus sul cda del 29 gennaio che dovrebbe procedere con la scelta della sede centrale della società in seguito alla fusione Fiat-Chrysler
Il Lingotto intanto ieri ha annunciato che a febbraio scatterà la cassa integrazione per circa 3.000 dipendenti degli Enti Centrali dello stabilimento di Mirafiori. La cassa integrazione ordinaria avrà luogo tra il 13-14 e il 20-21 febbraio.