1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Borse Ue positive, tensione elevata sui titoli di Stato italiani. Spread a 500 punti base

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le Borse europee sono positive nella seduta pre-natalizia, ma la tensione resta elevata sul mercato obbligazionario dove lo spread tra il Btp decennale e il Bund tedesco è di nuovo arrivato a quota 500 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano si attesta al 6,92%, tornando a rivedere la soglia critica del 7 per cento. Gli analisti, però, si aspettavano una reazione più convinta dopo la maxi iniezione di liquidità della Banca Centrale Europea, che mercoledì ha collocato quasi 500 miliardi di euro a ben 523 banche continentali che si sono presentate allo sportello dell’Eurotower. Nel frattempo in Europa si è aperto un altro fronte di crisi: S&P ha tagliato il rating dell’Ungheria a “spazzatura” e la Bce ha segnalato il rischio che venga minata l’indipendenza della Banca centrale magiara.

La raffica di dati Usa di ieri ha mandato segnali contrastanti: da una parte il Pil del terzo trimestre è stato rivisto al ribasso a +1,8% da +2%; dall’altra la fiducia dei consumatori, calcolata dall’Università del Michigan ha toccato i massimi degli ultimi sei mesi e i sussidi di disoccupazione sono calati ai minimi di aprile 2008. Wall Street ha guardato più alle note positive: l’indice Dow Jones ha chiuso con un rialzo dello 0,54% a 12.173 punti, mentre lo S&P 500 ha mostrato un progresso dello 0,84% a quota 1.254. Viaggiano positive anche le principali piazze finanziarie del Vecchio Continente: a Francoforte il Dax guadagna lo 0,35%, a Parigi il Cac 40 avanza dello 0,80%, a Madrid l’Ibex mostra un progresso dello 0,90%, a Londra il Ftse 100 segna un +0,50.

Piazza Affari, dopo un inizio promettente con l’indice Ftse Mib arrivato a sfiorare i 15.200 punti, ha perso slancio e in questo momento il paniere principale segna un rialzo dello 0,35% a 15.080 punti, mentre il Ftse All Share avanza dello 0,40% a quota 15.800. Questa mattina, infine, gli analisti di Moody’s hanno confermato la tripla A sull’Austria. In particolare, l’agenzia di rating Usa ha tenuto in considerazione nel reiterare il suo giudizio “l’elevata forza economia, sostenuta da una forza lavoro qualificata e dalla competitività delle esportazioni”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
CORPORATE GOVERNANCE

Zucchi: nominato il nuovo Direttore Finanziario

Il Cda della Vincenzo Zucchi ha annunciato che Antonio Bulfoni è stato nominato Direttore Finanziario e Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari. “Laureato in Economia e Commercio presso …

Raccomandazioni specifiche per paese

UE avverte l’Italia: “sforzo” dello 0,3% del PIL nel 2018

C’è un rischio di deviazione significativa dal percorso verso l’obiettivo di medio termine, per questo l’Ecofin ha chiesto all’Italia uno sforzo strutturale di almeno lo 0,3% del Pil nel 2018. …

Proposta legge orari negozi

Confcommercio: “Su liberalizzazione disponibili al confronto”

La Confcommercio plaude all’iniziativa del governo sul freno alla liberalizzazione degli orari dei negozi presentata nei giorni scorsi. “Prendiamo atto dell’intenzione del Governo e del Parlamento di intervenire per regolamentare …

Bollettino economico luglio

Bankitalia: in calo Npl, – 1,7% nel I trimestre

In calo l’incidenza dei crediti deteriorati sul totale dei finanziamenti erogati dalle banche. Lo indica Bankitalia nel Bollettino mensile di luglio. “Nei primi tre mesi del 2018 il flusso dei …