Borse Ue positive, fiducia sulla soluzione del fiscal cliff. Domani Eurogruppo su Grecia

Inviato da Alberto Bolis il Lun, 19/11/2012 - 09:46

Avvio di settimana positivo per le Borse europee alla vigilia dell'Eurogruppo, chiamato a trovare una soluzione per la crisi greca, e in scia alla fiducia di Barack Obama nel trovare una soluzione per il fiscal cliff. Fiducia che, insieme all'attesa per le elezioni anticipate del prossimo 16 dicembre in Giappone, ha trascinato la Borsa di Tokyo, dove l'indice Nikkei ha chiuso con un rialzo dell'1,40 per cento.
 
Il presidente statunitense è impegnato in un viaggio nella regione dell'Asia Pacifico ma, prima della partenza, aveva dichiarato di aver avuto un incontro costruttivo con i leader del Congresso per dare il via alle trattative volte ad evitare il precipizio fiscale. Scongiurare il fiscal cliff significa anche allontanare i timori di una nuova recessione per la prima economia mondiale. Inoltre, secondo quanto riportato dalla stampa Usa, per risolvere il problema fiscale Obama sarebbe in stretto contatto anche con alcuni dei principali top manager di Wall Street.

E' grande l'attesa anche per l'Eurogruppo di domani che dovrebbe decidere di sbloccare la tranche di aiuti da 31,5 miliardi di euro in favore della Grecia. Le divergenze sono con il Fondo monetario internazionale, che chiede una riduzione del rapporto debito/Pil al 120% entro il 2020, mentre i ministri della zona euro puntano ad una dilazione di altri due anni.

In questo quadro le Borse continentali hanno aperto la settimana in territorio positivo: a Francoforte il Dax guadagna l'1,10%, a Parigi il Cac 40 avanza dell'1%, a Londra il Ftse 100 mostra un progresso dello 0,90%, a Madrid l'Ibex 35 segna un rialzo dello 0,70%. Stessa musica a Piazza Affari: l'indice Ftse Mib guadagna circa 1 punto percentuale in area 15.000 punti, mentre il Ftse All Share avanza dell' 1% a 15.870.

COMMENTA LA NOTIZIA